Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Al Caffè Letterario con Cecilia Pilo Boyl

PS20_Carofiglio_Foto

Un nuovo incontro del club Caffè Letterario presso la libreria “Podpisnye Izdanija” si svolgerà il 20 giugno alle ore 19,00 e sarà dedicato al romanzo di Gianrico Carofiglio Le tre del mattino.

Gianrico Carofiglio nasce a Bari il 30 maggio del 1961, figlio della scrittrice Enza Buono e dell’ingegnere Nicola, e fratello dell’illustratore, scrittore e architetto Francesco Carofiglio. È a lungo un pubblico ministero, specializzato in indagini sulla criminalità organizzata. Dal 2022 è professore a contratto presso l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, titolare del seminario “Lingua e scrittura giuridica di base”. La carriera di scrittore ha inizio nel 2002, quando Gianrico Carofiglio pubblica il suo romanzo d’esordio per Sellerio “Testimone inconsapevole”, che si aggiudica il Premio del Giovedì “Marisa Rusconi”, il Premio Rhegium Julii, il Premio Città di Cuneo e il Premio Città di Chiavari, e inaugura il filone italiano del “thriller legale”. Il personaggio principale del suo primo libro, l’avvocato Guido Guerrieri, sarà il protagonista anche dei suoi romanzi successivi. I libri di Gianrico Carofiglio hanno ottenuto sempre successo, vendendo oltre cinque milioni di copie e venendo tradotti in ben 28 lingue straniere.

Le tre del mattino è un romanzo pubblicato nel 2017 (Einaudi editore) e tradotto in russo nel 2022 (No Age Polyandria). Narra di un inconsueto viaggio a Marsiglia compiuto da un padre e un figlio durante il quale i due si conoscono davvero, per la prima volta.

L’intera storia è raccontata mediante un lungo flashback da Antonio quando ormai ha superato la soglia dei cinquant’anni, la stessa età che aveva il padre ai tempi del viaggio a Marsiglia. Inizialmente la città si presenta agli occhi dei due protagonisti come inospitale e pericolosa. Tuttavia con il passare del tempo i due cambiano atteggiamento nei confronti della città che, alla fine, si trasforma in un luogo quasi familiare. Ciò testimonia il cambiamento in Antonio, riguardo al modo di vedere le cose e la realtà che lo circondano, scaturito dal nuovo rapporto instaurato con il padre.

L’incontro sarà tenuto da Cecilia Pilo Boyl, traduttrice, docente di lingua italiana.

 

Livello minimo di conoscenza della lingua italiana: A2

È necessaria la registrazione>>